I Protagonisti

Descrizione dei laboratori e delle infrastrutture di ricerca in cui sarà svolto il progetto

Il soggetto proponente e coordinatore del progetto è il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali (DiSTeBA) dell’Università degli Studi del Salento, nelle strutture della Stazione di Biologia Marina (SBM), dell’Unità di Ricerca di Gambericoltura (UniRiGa), e del Centro Ricerche Pesca e Acquacoltura (CeRPA) di Acquatina.
La SBM opera nel settore della biologia ed ecologia marina costiera, rivolgendo da sempre la sua attenzione anche agli ambienti confinati (porti, lagune, insenature) e alle interazioni derivanti dalle attività umane che possono interessare tali ambienti.  In particolare, la SBM ha condotto numerosi studi, in passato, sulla biologia di singole specie del plancton (soprattutto copepodi Calanoida) e del benthos (soprattutto vermi Polychaeta) del lago salmastro di Acquatina. Questa Struttura opera da oltre 30 anni in collaborazione con Istituti Nazionali o indipendentemente, in diversi progetti nazionali ed internazionali.
La SBM è membro della rete di stazioni di ricerca marina europee (MARS), e nel network di eccellenza europeo MAR.B.E.F.
 L’UniRiGa afferisce al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento. Nell’UniRiGa è confluito personale proveniente da altri Enti di ricerca (Consiglio Nazionale delle Ricerche) con esperienza ultratrentennale nel campo della pesca, dell’acquacoltura e della biologia degli organismi acquatici.  L’unità collabora con numerose istituzioni nazionali  operanti nel settore della pesca ed acquacoltura. L’UniRiGa è membro del CoNISMa (Consorzio Nazionale Interuniversitario Scienze del Mare). E’ promotore e fondatore  con numerose università italiane del CoNaRGa (Consorzio Nazionale di Ricerca  per la Gambericoltura),  in fase di istituzione. E’ referente nazionale per il settore della gambericoltura  relativamente al  progetto STAT/AQ della FAO. E’ membro del Cooperative Regional Aquaculture Project della FAO. Ha svolto e svolge attività di coordinamento e di collaborazione in numerosi progetti nazionali (MURST, MIPAF, PIA etc) e internazionali (UNESCO, NATO, CEE, EPET).
Per dette esperienze maturate da oltre trenta anni nel campo della biologia, pesca e allevamento dei gamberi peneidi, l‘UniRiGa coopera con molti Enti pubblici e privati in Italia ed in molte aree del mondo nelle quali dette attività vengono svolte a livello sperimentale e/o produttivo.
Il Centro Ricerche per la Pesca e l’Acquacoltura (CeRPA) di Acquatina è la realtà più giovane delle tre subunità del DiSTeBA, e gestisce direttamente, a nome e per conto del Dipartimento, le varie tipologie allevamento sperimentale e di pesca nel lago di Acquatina.
L’IAMC CNR Taranto, ha tradizione secolare (fin dai primi del ‘900) nel campo della ricerca sulla pesca, gestione della fascia costiera, ed acquicoltura di ambienti confinati (in special modo il mar Piccolo di Taranto). Svolge attività di ricerca inerente la pesca, biolo­gia ed ecologia degli organismi marini e lo studio dell'inquinamento delle acque della fascia costiera, of­frendo inoltre un servizio di consulenza e certificazione per conto terzi ed Enti pubblici.
L'attività di ricerca comprende tre grossi filoni di studio: Chimica ed Ecotossicologia della acque e dei sedimenti  marini; Studio delle comunità bentoniche del Golfo di Taranto; Comunità planctoniche dei bacini tarantini e di laghi salmastri costieri della Puglia.
L’IAMC CNR TA collabora con numerosi organismi di ricerca nazionali ed internazionali sulle tematiche di studio di cui sopra.
L’ISMAR CNR Lesina FG studia da più di trenta anni le dinamiche e la biologia delle popolazioni di organismi lagunari ed il chimismo delle acque dei laghi costieri di Lesina e di Varano (FG). In particolare si occupa della valutazione del grado di confinamento delle aree salmastre costiere e delle implicazioni che da questo derivano in campo produttivo.

Descrizione dei ruoli e delle modalità di interazione delle U.O. partecipanti

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali (DiSTeBA) Università del Salento
- Partecipazione alla PIANIFICAZIONE DEI CAMPIONAMENTI 
- CORDINAMENTO e ORGANIZZAZIONE delle attività del progetto, compresa la realizzazione di una pagina web.
- CAMPIONAMENTO ed analisi chimico-fisiche delle acque;
- CAMPIONAMENTO ed ANALISI del plancton ; distribuzione spaziale e temporale del fito- e dello zoo-plancton (micro- e meso-frazioni); definizione dei cicli vitali e dinamica di popolazione di Copepoda Calanoida; individuazione dei periodi di presenza delle larve di pesci e crostacei.
- CAMPIONAMENTO ed ANALISI del benthos; distribuzione spaziale e temporale del benthos di fondo mobile e di fondo duro; cicli vitali e dinamica di popolazione di Polychaeta; tassonomia dei Polychaeta nei contenuti stomacali di pesci e gamberi; contenuti stomacali di Polychaeta Spionidae. Tassonomia e sistematica delle specie vegetali e del macrofitobenthos.
- CAMPIONAMENTO delle risorse alieutiche.
- BIOMETRIA e studio della dinamica di popolazione dei Crustacea Decapoda;
- ELABORAZIONE DATI;
- Raccolta ed elaborazione di DATI SOCIO-ECONOMICI
- Costituzione di un DATABASE BIBLIOGRAFICO con tutte le informazioni pubblicate sul Lago di Acquatina e sui laghi salmastri costieri salentini in generale, anche al fine di ottenere una ricostruzione storica delle vicende biologiche del lago negli ultimi 20 anni.
- Partecipazione all’ELABORAZIONE FINALE DEL PIANO DI GESTIONE delle risorse della pesca nel Lago di Acquatina.
- Organizzazione della CONFERENZA CONCLUSIVAe della divulgazione dei risultati.
IAMC -CNR Sezione Talassografico di Taranto
- Partecipazione alla PIANIFICAZIONE DEI CAMPIONAMENTI;
- Studio dell’ EVOLUZIONE RED-OX dei FONDI MOBILI;
- Studio delle POPOLAZIONI ITTICHE, con particolare riguardo alle specie più rappresentative;
- Analisi dei CONTENUTI STOMACALI delle specie ittiche e dei crostacei;
- Partecipazione all’ELABORAZIONE FINALE DEL PIANO DI GESTIONE del Lago di Acquatina.
Istituto di Scienze Marine- Sezione Ecosistemi Costieri e Lagunari (ISMAR) – CNR  di Lesina
- Partecipazione alla PIANIFICAZIONE DEI CAMPIONAMENTI;
- Studio delle popolazioni (dinamica) di MOLLUSCHI economicamente rilevanti
- Individuazione di BIOINDICATORI ecologici/ambientali;
- Valutazione della BIODIVERSITA' della malacofauna bentonica;
- Studio del GRADIENTE DI CONFINAMENTO all’interno del lago di Acquatina.
- Partecipazione all’ELABORAZIONE FINALE DEL PIANO DI GESTIONE del Lago di Acquatina.